Bonus idrico 2021: 1000 euro per cambiare rubinetti e sanitari. Di cosa si tratta?

ATTENZIONE:

LIBERIAMO LA SALA MOSTRA, QUANDO VIENI A TROVARCI CHIEDI LE CONDIZIONI SPECIALI PER LA MERCE ESPOSTA.

A BREVISSIMO CI TRASFERIREMO A MARCON, TRA VENEZIA E TREVISO, IN UNA MOSTRA 4 VOLTE PIU’ GRANDE.

Che cos’è il bonus idrico? Come funziona? A chi spetta? Come ottenerlo?

bonus idrico per sostituzione sanitari, rubinetti bagno, rubinetti cucina, colonne e soffioni doccia

Il Bonus Idrico, anche battezzato come Bonus Rubinetti, consiste in un contributo di 1.000 euro per sostituire sanitari e rubinetti con apparecchi a limitazione di flusso d’acqua.


Quellidicasa ti offre il servizio completo di fornitura e installazione.

In negozio a Venezia Mestre scegli i prodotti e il nostro personale dipendente provvederà all’installazione.

telefono per una ristrutturazione edilizia del bagno memorabile a Venezia Mestre Chirignago


Il governo ha stanziato ben 20 milioni di euro che saranno inseriti in un “Fondo per il risparmio di risorse idriche”.

Rientrano nel bonus idrico le spese sostenute entro il 31 dicembre 2021, fino al raggiungimento massimo delle risorse stanziate.

ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare

Il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare emanerà entro 60 giorni a partire 1° gennaio 2021 un decreto specificando le modalità del contributo e le relative scadenze.

Il bonus idrico è entrato in vigore il primo gennaio 2021 ed è contenuto nella Legge di Bilancio nei commi dal 61 al 65 dell’articolo 1.

Questo bonus va ad aggiungersi alle detrazioni già esistenti per le ristrutturazioni edilizie, per la ristrutturazione del bagno (come la soluzione “Ristrutturazione Bagno Memorabile” di Quellidicasa) e al bonus mobili.

 Grazie a questo bonus sarà possibile installare moderni apparecchi che consentiranno il risparmio dell’acqua.

Ti sembra un aspetto negativo risparmiare sulle bollette di acqua e gas?

 

A chi viene riconosciuto? Chi ha diritto al bonus idrico?

Per accedere al contributo economico del bonus idrico bisogna essere persone fisiche residenti in Italia.

Gli interventi devono essere eseguiti su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o su singole unità immobiliari.

Il bonus idrico non vale per le nuove costruzioni. Nemmeno le aziende possono beneficiare del bonus rubinetti.

 

Quali sono gli interventi agevolati?

Le categorie di interventi agevolabili riguardano i sanitari, le rubinetterie bagno e cucina, i soffioni e le colonne doccia di casa.

 

Sostituzione sanitari.

sanitari bagno a scarico ridotto

Il bonus idrico agevola la sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto.

Il loro volume massimo di scarico deve essere uguale o inferiore a 6 litri.

Con la sostituzione dei sanitari, sono comprese anche le spese necessarie per l’installazione, la fornitura e la posa dei relativi sistemi di scarico, le opere idrauliche e murarie necessarie, lo smontaggio e lo smaltimento dei sanitari precedenti.

Quali sanitari propone il negozio di Venezia Mestre?

In negozio trovi sia sanitari a terra che sanitari sospesi, sono tutti idonei alle prestazioni richieste per ottenere il bonus idrico.

Cliccando qui accedi alla pagina dei sanitari.

 

Sostituzione rubinetti.

rubinetto a risparmio acqua

Per accedere al bonus idrico i nuovi rubinetti devono essere dei apparecchi a limitazione di flusso d’acqua.

Possono essere indistintamente rubinetti da cucina o da bagno completi di dispositivi per il controllo del flusso d’acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto. 

Anche le spese per l’intervento dell’idraulico, ed eventualmente del muratore, vengono inserite nel bonus idrico.

Quellidicasa ti offre sia i rubinetti che l’installazione con idraulici e muratori.

In negozio puoi scegliere anche i mobili bagno e l’arredo cucina.

 

Sostituzione soffioni e colonne doccia.

colonna doccia in acciaio ADATTE AL CONTRIBUTO DEL BONUS IDRICO

Devono essere sostituiti vecchi apparecchi di rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua.

Sono ammessi anche la fornitura e l’installazione di soffioni doccia e colonne doccia. La loro portata d’acqua deve essere uguale o inferiore a 9 litri al minuto.

Anche in questo caso sono comprese le eventuali opere idrauliche e murarie, il lievo e lo smaltimento in discarica dei sistemi precedenti.

Vieni in negozio a scegliere i tuoi nuovi soffioni e colonna doccia, all’installazione ci pensiamo noi.

 

Quali colonne doccia propone il negozio di Venezia Mestre?

In negozio trovi sia sanitari a terra che sanitari sospesi, sono tutti idonei alle prestazioni richieste per ottenere il bonus idrico.

Cliccando qui accedi alla pagina delle colonne doccia.

 

Sai che il bonus idrico non produce reddito?

Una buona notizia: il bonus idrico non costituisce reddito imponibile. I suoi 100 euro non vengono quindi cumulati ai fini del computo della situazione economica nei modelli Isee.

 

Menu