Il Condizionatore canalizzato nel controsoffitto diventa invisibile

Impianti per condizionatori canalizzati e finiture in cartongesso: ti offriamo un servizio completo.

Che cos’è un climatizzatore canalizzato a soffitto?

Il condizionatore canalizzato è un apparecchio di aria condizionata e riscaldamento per realizzare impianti che non impattano con l’estetica delle stanze. L’impianto viene realizzato partendo da una o più macchine interne solitamente nascoste nel controsoffitto o dentro a travi di cartongesso. Da queste partono una serie di tubature e canaline che finiscono in ogni stanza da climatizzare con una bocchetta nascosta da griglia.

condizionatore canalizzato nel controsoffitto

Il calore o il freddo prelevati all’interno delle stanze vengono ceduti all’ambiente esterno montando motocondensanti esterne (anche chiamate “unità esterne”).

Esistono anche motocondensanti ad acqua. Usano l’acqua dell’acquedotto o di falda per smaltire il calore assorbito. Il loro vantaggio è estetico: non si vedono unità esterne.

Questa soluzione è utile soprattutto nei centri storici o in contesti vincolati dalle Belle Arti.

condizionatore canalizzato dal controsoffitto del corriodio all'interno della camera

 

Il condizionatore canalizzato raffresca soltanto o produce anche riscaldamento e acqua calda in pompa di calore?

Gli impianti canalizzati di condizionamento in pompa di calore possono produrre riscaldamento.

La produzione di acqua calda sanitaria per bagni e cucine è una soluzione tecnica molto attuale.

 

I 7 vantaggi di un impianto con condizionatore canalizzato nel controsoffitto.

Quali sono i suoi 7 Pro di un impianto di condizionamento canalizzato?

Ad ogni stanza il suo clima.

Raffrescamento o riscaldamento possono essere omogenei o differenziati stanza per stanza. 

Bellezza e stile minimale.

Tutte le stanze sono climatizzate senza installare in ogni ambiente un antiestetico condizionatore split.

Gli impianti di climatizzazione canalizzati a soffitto non hanno split per aria condizionata, ma solo di bocchette coperte da griglie che possono essere ben mimetizzate nell’ambiente.

Facilità di utilizzo.

Il funzionamento dell’impianto può venire gestito da un unico punto remoto comandato da un interfaccia a muro o da un telecomando.

In alternativa fatti realizzare una climatizzazione a zone per differenziare le temperature nei vari ambienti.

Risparmio energetico.

Il condizionatore canalizzato a soffitto ha consumi energetici inferiori rispetto ad un impianto con split fatto lavorare a pari potenza.

 Silenzioso.

Il controsoffitto assorbe il rumore del climatizzatore.

Niente macchine fuori casa, in terrazzo o in facciata.

Ottimo per i centri storici.

 I modelli chiamati “Chiller” o condensati ad acqua, non hanno l’unità esterna.

Meno raffreddori.

Creando una temperatura uniforme, eviti di dover passare da stanze calde a stanze fredde.

impianto di condizionamento canalizzato nel controsoffitto

 

Che funzioni mi offre un climatizzatore canalizzato?

Le funzioni offerte da un impianto di aria condizionata canalizzabile sono quelle di un sistema tradizionale, ma con il beneficio di averlo omogeneo in tutti gli ambienti.

Raffrescamento delle stanze.

Riscaldamento in pompa di calore.

Deumidificazione degli ambienti.

Pura ventilazione.

 

 E in più potresti anche avere un impianto che produca l’acqua calda per i bagni e la cucina senza accendere il gas o lo scaldacqua.

Cosa costituisce un impianto di condizionamento canalizzato?

Gli organi più macroscopici di un nuovo impianto canalizzato di aria condizionata sono:

La macchina interna (evaporante).

unità interna evaporante condizionatore canalizzabile

L’unità interna deve essere accessibile per la manutenzione.

Un’ottima soluzione è dotare il controsoffitto di una botola ispezionabile.

Di solito si installa in corridoio o in ripostiglio.

La macchina esterna (motocondensante).

unità esterna motocondensante condizionatore canalizzabile

Esistono anche impianti con climatizzatori canalizzati che sono privi dell’unità esterna.

Viene sostituita con una motocondensante ad acqua di forma rettangolare installabile all’interno dei locali o ispezionabile dentro cartongesso. 

Le bocchette per la distribuzione dell’aria.

bocchetta con griglia per impianto di climatizzazione canalizzata

Le bocchette dotate di griglie permetto di far confluire l’aria climatizzata nei vari locali e di indirizzarne il getto nella direzione preferita.

Il comando.

comando per impianto con condizionatore canalizzato

Esistono 2 tipi di comandi: a filo o via radio.

Con essi si comanda l’impianto canalizzato scegliendo la funzione, la potenza e gli orari di accensione e spegnimento.

Tramite App, alcuni modelli recenti di climatizzatori canalizzati possono essere interfacciati con lo smartphone o il tablet e quindi comandati da remoto.

Esistono anche comandi dedicati per gestire le singole bocchette e poter quindi rendere indipendenti alcuni ambienti dagli altri.

 

Oltre a queste componenti, servono anche le canalizzazioni, le cassette di calma, le eventuali serrande motorizzate, gli staffaggi per la motocondensante e le altre componenti che valuterà il tecnico del sopralluogo.

 

Quando mi consigli l’impianto con condizionatore canalizzato?

Il condizionatore canalizzato a soffitto è l’impianto perfetto per chi vuole un clima uniforme all’interno della casa.

Per le case più belle o per gli appartamenti dove ottimizzare i metri quadri. Un’unica macchina raffresca e riscalda la casa liberando lo spazio occupato da radiatori e dai brutti e banali condizionatori tipo split.

 

Cosa valutare per il preventivo di prezzo di un nuovo impianto di climatizzazione canalizzato?

Il prezzo di un impianto è composto dal valore del climatizzatore canalizzato, degli elementi dell’impianto, del cartongesso e della manodopera per l’installazione e i montaggi.

Il costo finale dipende anche dalla finitura scelta per le finiture del controsoffitto in cartongesso.

Con Quellidicasa hai un’offerta completa, un vero servizio chiavi in mano per il tuo nuovo climatizzatore canalizzato.

Le aziende che realizzano questi impianti devono essere certificate F-GAS e dotate dei relativi patentini.

 

Ci sono agevolazioni fiscali per gli impianti di climatizzazione canalizzati?

L’installazione di un impianto di condizionamento canalizzato permette la richiesta delle detrazioni fiscali attualmente previste del 50% per le ristrutturazioni edilizie e del 65% per il risparmio energetico.

La detrazione al 65% è per gli impianti con condizionatori in pompa di calore ad alta efficienza che sostituiscono l’impianto di riscaldamento esistente.

Si può richiedere la tariffa elettrica agevolata D1 al fornitore di energia elettrica se l’impianto di climatizzazione canalizzato è l’unico impianto di riscaldamento presente.

 

Mi offri anche delle alternative all’impianto con condizionatore canalizzato nel controsoffitto?

Oltre agli impianti di condizionamento canalizzati, puoi avere anche:

Sistemi di aria condizionata tipo split e mutlisplit.

Raffrescamento radiante a pavimento.

Raffrescamento radiante a soffitto.

Impianti a colonna.

 

Menu