Riparazioni perdite di gas. Cosa fare in caso di fughe o di odore di gas metano o GPL?

Perdita gas?
Odore gas?
Dubbi di una fuga di gas?

Servizio ricerca e riparazione perdita gas metano o GPL.

Servizio riparazione perdita di gas metano

telefono Venezia Mestre riparazioni da fughe di gas

Perché chiamare Quellidicasa in caso di fughe di gas metano o GPL?

Scopri perché chiamare Quellidicasa in caso di fughe di gas metano.

punto verde Assicurazione RCT Allianz sull’esecuzione dei lavori.

punto verde Abilitazione in camera di commercio ad interventi di riparazione e a nuovi impianti su linee adduzione del gas metano o GPL.

punto verde Abilitazione in camera di commercio ad interventi di riparazione e a sostituzione di caldaie.

punto verde Servizio completo di idraulici e muratori dipendenti.

punto verde In caso di bisogno di ripristini di piastrelle o pavimenti, a Mestre Venezia hai un negozio a tua disposizione (ecco dove siamo).

punto verde 800 97 43 79 – Hai questo numero verde gratuito da chiamare.

 

Come mi accorgo di avere una perdita di gas?

  • Dal costo eccessivo della bolletta.
  • Dall’odore di gas (in natura il gas metano è inodore, per motivi di sicurezza viene però additivato dal fornitore).
  • Nonostante tutti gli apparecchi siano chiusi, i numeri sul contatore continuano a girare.

Attenzione: spesso le perdite di gas sono microperdite, non grandi fughe. Non senti immediatamente il cattivo odore. Il contatore gira anche se molto lentamente.

In questi casi, senza la corretta attrezzatura, c’è bisogno di più tempo per accorgersi della fuga di gas metano o GPL.

 

Cosa faccio in caso di perdite di gas?

  • Non farti prendere dal panico. 
  • Apri immediatamente le porte e le finestre. Più sono e meglio è. Se l’odore di gas è intenso, copriti naso e bocca con un panno. Aerare i locali è fondamentale, è il primo intervento contro le fughe di gas metano.
  • Chiudi le valvole del contatore e di eventuali bombole. Vai al contatore, chiudi il rubinetto della linea del metano o le valvole della bombole di GPL. Così limiterai il rischio di ulteriori perdite.
  • Chiama immediatamente il numero verde 800 97 43 79.

telefono Venezia Mestre riparazioni da fughe di gas

 

Cosa NON devo fare in caso di perdite di gas?

  • Non devi accendere dispositivi elettrici ed elettronici. Anche l’uso del campanello o l’accendere una lampadina possono innescare un’esplosione.
  • Non sottovalutare il pericolo. Le fughe di gas provocano danni alle cose e alle persone.
  • Non devi MAI usare fiamme per controllare dove si presenta la perdita di gas: potresti innescare un’esplosione.
  • Non accenderti una sigaretta. Sembra ovvio, ma talvolta si sottovaluta che la brace delle sigarette raggiunge gli 800°.

 

Cosa succede se chiamo i vigili del fuoco o l’azienda che mi eroga il gas metano?

Probabilmente ti chiudono il contatore con il piombo.

In caso di dubbi, i vigli del fuoco potrebbero chiudere i contatori anche alle altre famiglie del condominio. Se il tuo impianto ha un problema, allora anche le altre abitazioni potrebbero avere perdite di gas.

Successivamente al loro intervento, dovrai comunque farci intervenire per la riparazione della perdita.

Inoltre, l’ente fornitore ti chiederà un costo per la successiva riattivazione.

Dovrai poi, obbligatoriamente, pagare anche per la certificazioni di tenuta del gas metano o per la nuova dichiarazione conformità.

 

Dove si possono creare perdite di gas?

  • Nei collegamenti successivi al contatore.
  • Nelle tubazioni esterne.
  • Nelle tubazioni a pavimento o dentro le pareti.
  • Sui flessibili di collegamento.
  • Nei dispositivi alimentati a gas come le caldaie, i piani cottura, gli scaldacqua e simili.

 

Lavori assicurati RCT con polizza Allianz.

La qualità dell’intervento è garantita. La polizza assicurativa copre per eventuali danni provocati dal lavoro dei tecnici o dai prodotti da loro installati.

telefono Venezia Mestre riparazioni da fughe di gas

 

Come saremo sicuri che non ci siano altre perdite di gas?

A riparazione eseguita faremo una prova di tenuta strumentale dell’impianto che, con certezza, permetterà di capire se ci sono altre perdite di gas metano o GPL.

 

Quali sono i consigli degli idraulici per prevenire le fughe di gas?

“Non chiudere i fori di aerazione e ventilazione alle pareti”.

“Ma dai quei buchi mi arrivano spifferi!” “Ma con quei buchi butto via tanto riscaldamento!” Sono 2 frasi sentite troppe volte. I fori sulle pareti sono obbligatorie quando siamo in presenza di impianti gas con raccordi e quando siamo in presenza di fiamme, come quelle di un caminetto o di un piano cottura a gas. 

Questi fori permettono il corretto ricambio di aria e diminuiscono il rischio in presenza di perdite di gas.

“Fai controllare il tubo del gas dei fornelli (attenzione alle scadenze!)”.

Uno dei controlli più importanti è la verifica del tubo che porta il gas al piano cottura, Operazione fondamentale per garantirti sicurezza contro eventuali perdite di gas metano o GPL.

Se prodotto in gomma, il tubo che collega i fornelli al rubinetto del gas riporta stampata una data di scadenza, solitamente di 5 anni rispetto alla sua produzione. Sempre più spesso si trovano abitazioni dove il tubo in gomma è stato sostituito con uno in acciaio omologato. Questo non deve avere lunghezza superiore ai 2 metri.

“Se hai dei vecchi fornelli non lasciarli accesi ed esposti a correnti d’aria”.

Se hai un vecchio modello di piano cottura, assicurati che le manopole del gas siano perfettamente chiuse.
Guai a lasciare i fornelli accesi in presenza di correnti d’aria. Si potrebbe spegnere la fiamma. Il gas potrebbe continuare ad uscire.
Valuta se installare un modello recente di piani cottura. Quelli moderni interrompono automaticamente il flusso di gas non appena si spegne la fiamma. Un ottima alternativa sono i piani ad induzione che funzionano con la corrente elettrica.

“Se vai via per qualche giorno chiudi sempre la valvola del contatore”.

Anche le valvole del contatore sono soggette a perdite di gas. In generale, dove ci sono raccordi, flessibili e giunture ci potrebbero essere delle micro-perdite. Chiudendo la valvola del contatore del gas ti garantisci una sicurezza in più.

“Ricorda di chiudere le valvole ad eventuali bombole di GPL”

Come per il contatore del metano, anche le bombole di GPL sono soggette a micro perdite di gas.

Inoltre può capitare di allentare inavvertitamente il flessibile che alimenta stufe o piani cottura.

 

C’è differenza tra una perdita di gas metano e una perdita di GPL?

Il GPL è più pesante dell’aria. Le perdite di GPL sedimentano il combustibile verso il basso. Per la loro altezza limitata, i primi a soffrirne sono gli animali domestici e i bambini.

In caso di fughe di gas metano, il combustibile sale verso l’alto perché più leggero dell’aria.

Queste differenze sono valide in caso di fughe di gas dentro ad ambienti sufficientemente ampi. In caso di cuniculi, interni di nicchie o mobili, questi si satureranno comunque velocemente.

 

Sapevi che le perdite di gas ti intossicano?

La fuga di gas è pericolosa anche per il rischio d’intossicazione per inalazione.

L’inalazione prolungata di gas, anche se a quantità limitate, provoca deficit che peggiorano all’aumentare dell’esposizione. Il gas, una volta nel sangue, impedisce il normale trasporto dell’ossigeno.

Sono 7 i sintomi dell’intossicazione da perdite di gas metano.

Se l’odore di gas non è sempre precettibile, fai molta attenzione che una perdita non rilevata può comportare anche soffocamento, debolezza, nausea, euforia temporanea, mal di testa, sonnolenza o battito cardiaco accelerato.
Oltre a chiamarci per riparare la perdita di gas, contatta il tuo medico curante.

 

È vero che l’odore del gas è aggiunto artificialmente?

Si, è vero che l’odore del gas è aggiunto dall’uomo.

Il metano è per natura inodore. Se non fosse addizionato dalla tipica “puzza di gas” non potresti avvertirne la presenza. Il suo cattivo odore è per te una sicurezza. Grazie ad esso sei capace di percepire molte perdite.

 

Menu